Report Approfondimenti

Benvenuti su Marte. Se attingete citate l'autore: Maria Trozzi

Se Bastian Contrario


Rubrica di Rosanna Sebastiani

Rosanna Sebastiani


Perché le quote rosa non sono le quote latte

29 maggio 2014
ore 8.34

Non sono ancora trascorse 48 ore dalla fine dello scrutinio regionale, non è stato ancora assegnato il seggio con i resti, quindi non abbiamo ancora la nuova composizione del consiglio, ma una cosa è balzata agli occhi di tutti ed ha riempito le pagine dei giornali di ieri; non ci sono donne elette in maggioranza (per ora, perché Marinella Sclocco è ancora in lizza per quel seggio vacante). Ad essere sinceri, non c’è “indignazione” per questa carenza che ci posiziona ai margini del terzo modo in ragione di pari opportunità, ma c’è “panico”, già, panico… perché le nuove regole regionali impongono fra le altre cose, una presenza femminile in giunta ed una sola presenza esterna (non eletta). Ed ecco che improvvisamente vacilla l’ipotesi dell’ingresso in giunta di Giovanni Lolli con quel ruolo, cercato, voluto, di vice presidente vicario; panico quindi, che si cerca di nascondere con l’indignazione per il poco rispetto del genere femminile, bello! fico! politically correct! peccato che questa presunta correttezza la si dimentichi negli sgabuzzini delle scope, come gli stracci vecchi per la pulizia dei pavimenti debitamente nascosti nei secchi vuoti quando si compongono le liste, perchè è in quella fase che si decide di estromettere candidate con alte potenzialità di elezione, come è accaduto nella provincia di Chieti nella lista Abruzzo Civico, dove la candidata Loredana di Lorenzo (un passato di ottima conduzione della Presidenza della Sangritana) è stata estromessa con modalità triviali, grazie ai veti del partito di maggioranza relativa (il PD, per intenderci) addirittura la mattina della presentazione della lista. In quella fase infatti, si cercano donne per la sostituzione di Bianca Casella, le si porta un po in processione come madonne pellegrine, le si correda di qualche bel manifesto ed un po di fac-simile con immagine debitamente fotoshoppata che ne esalta la civettuoleria, e via così.

Adesso la mia amica Marinella Sclocco avrà l’onere e l’onore, se verrà ammessa, di ricoprire quel ruolo in giunta; Marinella lo ha meritato sul campo,eletta con preferenze, con l’attenzione, la pazienza e la bravura mostrata nel mandato appena concluso e passato sui banchi dell’opposizione, ma, ecco, “ma”, appunto, questi meriti verranno un pò nascosti dalla necessità di creare il varco d’accesso al disoccupato eccellente, un pò come quando la pattuglia femminile in consiglio veniva garantita dal listino, più volte chiamato lettino del Presidente, dove illustri sconosciute si vedevano catapultate in consiglio ed in giunta, come manichini in vetrina, come appunto “quote latte” (qualcuno per caso prova rimpianto per l’Assessore Carpineta?)…

Sicuramente nella legislatura che sta per aprirsi, si cercherà di rimediare, ma penso che non debba essere una funzione da delegare totalmente all’istituzione regionale, il governo legifera sulle regole, sono i partiti poi, che quelle regole devono metterle in pratica, pertanto, come ci si danna per cercare candidati con il solo requisito di essere macchine da voti, non si impedisca più l’accesso a donne capaci e con buone potenziali solo per paura di perdere; le elezioni sono un bell’esercizio di democrazia dove ci si dovrebbe confrontare quasi sportivamente sui contenuti, pertanto, se servendovi di vuote indignazioni in salsa pseudofemminista, vi sta solo sfiorando nuovamente l’idea del listino quote latte, vedete di farvela passare!


Tra maggio e giugno: elezioni mondiali

di

Rosanna Sebastiani


Ancora 12 ore e ci lasceremo alle spalle l’ennesima campagna elettorale, che come da ventennale tradizione, rispetta il trend “di campagna più cruenta di tutti i tempi”. Poi verrà il giorno del voto, qualche scorrettezza dell’ultim’ora, giusto per tenere viva la tradizione, ed arriverà il fatidico lunedì, dove scenderanno in campo i migliori anchorman dei migliori format politici, a rincorrersi dierto exit poll, dati, politici vari e variegati, nell’attesa dei big che, come dive holliwoodiane appariranno solo alla fine come da tradizione di special guess star. Ho previsto il risultato di queste consultazioni e vorrei condividerlo con voi, prima ancora dei primi delle classi politico e giornalistiche, lo faccio io lo scoop a stò giro e vi annuncio che, anche in questa tornata vinceranno tutti, nessuno uscirà sconfitto, e semmai qualche sigla vedrà ridotto il proprio decimale, nessun problema, a sistemare le cose vi saranno i soliti:”non era un voto politico, la divisione del partito ha provocato numeri diversi ma se ci uniamo abbiamo incrementato le percentuali, l’astensione falsa fortemente il risultato visto che la rappresentatività europeea non è sentita dalla pancia degli elettori”.

Quindi, tanto rumore per nulla, 80 euro, reddito di cittadinanza, dentiere gratis, tribunali rivoluzionari, e tutto questo popò di sforzo per rimanere nella gattopardesca condizione in cui ci troviamo negli ultimi anni, ennesima occasione persa per discutere magari del perchè le direttive europee sono per altri opportunità da non perdere, mentre per noi sono ulteriore motivo di vesazione, vabbè, aspetteremo altri 5 anni nella speranza vana di poterne discutere. Avremo ancora una settimanata buona di chiacchiere e tabacchiere è legno, poi però ce la scrematura finale della nazionale in partenza per il Brasile, perchè come mi ha appena ricordato un amico, poi non bisogna più rompere le gonadi che c’è il mondiale, e 7 giorni per smettere i panni di economisti internazionali ed indossare quelli da commissario tecnico, adattarsi al fuso orario e al clima tropicale, sono davvero pochi. Ecco perchè vi ho usato questa cortesia oggi, così sapendo in anticipo com’è andata, avrete quella 24/36 ore in più per compiere la solita italiota metamorfosi.


Annunci

Grazie per l'intervento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Questo è un blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Parte delle immagini di questo blog viene dalla Rete e i diritti d'autore appartengono ai rispettivi proprietari.

Vaso in pietra della Majella

Foto Maria Trozzi

Sulmona2013. Differenze. Il vaso poi è ricomparso. Sarà lo stesso?

Cecia Lascia ‘Stu Strunz !

Foto Maria Trozzi

Fontana Ovidio Fonte d'Amore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: