Report Approfondimenti

Benvenuti su Marte. Se attingete citate l'autore: Maria Trozzi

Vasto. Scorte ridotte, 4 agenti feriti da detenuto furioso

Polizia Penitenziaria 4 agenti aggrediti da detenuto furioso

Polizia Penitenziaria 4 agenti aggrediti da detenuto furioso

Dopo aver provato a rassicurarlo, la scorta è intervenuta intimandogli di fermarsi, ma invano. Il detenuto non ha voluto sentire ragione, voleva andarsene dall’aula! Furioso per come si erano messe le cose, forse non ha gradito la sentenza di condanna, alla pronuncia del giudice d’un tratto è partito in quarta. L’uomo è noto alle cronache locali per l’indole particolarmente violenta e ha opposto una strenua resistenza per andarsene. Quattro gli agenti di scorta che hanno provato a fermarlo fisicamente, tanto che ne è scaturita una colluttazione e gli uomini della scorta sono rimasti feriti per bloccarlo. Dopo aver riaccompagnato il recluso nella Casa Lavoro di Vasto, i poliziotti sono stati medicati al pronto soccorso dell’ospedale San Pio da Pietrelcina con prognosi complessiva di 40 giorni.

“Purtroppo questi episodi accadono troppo frequentemente nelle varie strutture penitenziarie Italiane _ dichiara il Segretario provinciale UilPa Penitenziaria Ruggero Di Giovanni _ la nostra amministrazione non fa abbastanza per evitare che tali episodi continuino ad accadere, infatti nella Casa di Lavoro di Vasto come in tutti gli Istituti penitenziari italiani vi è una grave carenza di personale e sovente le scorte che accompagnano i detenuti nei tribunali, negli ospedali, sono sottodimensionate a discapito della sicurezza dei cittadini e dello stesso personale di scorta. Nel frattempo non vi è nessuna intenzione di adeguare gli organici della Polizia Penitenziaria alle reali esigenze di sicurezza, ne tanto meno l’amministrazione sembra intenzionata a garantire agli istituti, almeno quelli della regione Abruzzo, una linea di comando stabile e definitiva.Infatti anche il carcere vastese a tutt’oggi può vantare un Direttore in missione che deve dividere le sue giornate lavorative tra la Casa di lavoro di Vasto e la scuola di Polizia Penitenziaria di Sulmona, praticamente sotto casa…, ed un Comandante di Reparto in distacco temporaneo, quindi non ancora definitivo a Vasto. Con ciò non vogliamo dire che l’increscioso episodio sia riconducibile a responsabilità dell’attuale dirigenza di Vasto, ma sicuramente degli incarichi più stabili creano un clima lavorativo più sereno e proficuo. Pertanto chiediamo, ancora una volta, al Provveditore Regionale Bruna Brunetti di voler intervenire per favorire l’affidamento definitivo degli incarichi di dirigenza e comando negli istituti della regione”. mtrozzi

Annunci

Grazie per l'intervento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Questo è un blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto è aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Parte delle immagini di questo blog viene dalla Rete e i diritti d'autore appartengono ai rispettivi proprietari.

Vaso in pietra della Majella

Foto Maria Trozzi

Sulmona2013. Differenze. Il vaso poi è ricomparso. Sarà lo stesso?

Cecia Lascia ‘Stu Strunz !

Foto Maria Trozzi

Fontana Ovidio Fonte d'Amore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: